02 Parliamone

Care amiche e cari amici di 02PD,

“la vita continua” o se preferite” il sole sorge ancora”.Non sarà certo una sconfitta elettorale a farci dubitare della bontà del programma riformista e della visione politica e sociale del PD.

La sconfitta però ci stimola ad essere più preparati, più capaci di conoscere a fondo le nostre scelte e le ragioni del loro attuale “consenso minoritario” fra gli italiani (scelgo questa espressione perché esprime una verità e anche perché mi piace fare amichevolmente il verso alla “non vittoria” di Bersani del 25 febbraio 2013).

Il PD è stato molto ridimensionato, rispetto ai risultati di Veltroni del 2008 (quattordici milioni di voti) e quelli delle elezioni europee del 2014 (undici milioni, cioè il 40,8%).

Sul piano nazionale ci sostengono comunque più di sei milioni di elettori; se ci mettiamo le altre liste (più Europa, Insieme etc) arriviamo a 7.502.056 voti; aggiungendo poi quei furboni di LEU, la “sinistra”, per quel che significa oggi, o il centrosinistra, arriva a più di otto milioni di voti.

I cinquestelle ne hanno avuti poco più di dieci e mezzo e il centrodestra poco più di dodici milioni.

L’Italia di oggi quindi (ma forse di sempre), guarda più a destra che a sinistra, e dobbiamo interrogarci sulle ragioni di questa tendenza e sulle scelte da fare per modificarla. Dobbiamo anche chiarirci bene che cosa significa oggi “il popolo” e chi sono i cosiddetti “ultimi”, i “diseredati” di cui secondo gli opinionisti ci saremmo dimenticati.

Stiamo certamente attraversando, nel mondo, straordinari cambiamenti, una fase storica non dissimile da quella che, agli inizi dell’ottocento, ha dato un’impronta ai secoli successivi fino quasi alla fine del novecento. Allora furono la rivoluzione francese in politica e la rivoluzione industriale in economia a segnare la direzione del mondo e delle riflessioni politico filosofiche (vedi Marx).

Grazie a quelle riflessioni, a quelle interpretazioni delle leggi che governano l’economia e i rapporti fra gli uomini, l’Umanità ha fatto straordinari progressi sul piano dell’emancipazione civile ed economica. Basti pensare alla fine del colonialismo, all’estendersi della libertà e della democrazia nel mondo, all’accesso di miliardi di uomini ad un maggior benessere economico e alla cultura.

Ma dalla fine del novecento, il fallimento e la caduta del comunismo in politica, la globalizzazione in economia e la rivoluzione informatica, tecnologica e delle comunicazioni (internet) nella società, stanno indicando una direzione completamente nuova alle sfide storiche della politica e del governo della società.

E’ necessario essere attrezzati intellettualmente e culturalmente per fare le scelte giuste, che consentano di progredire e non di regredire, all’insieme dell’Umanità, e non a una ristretta fascia di privilegiati.

In sostanza, non ci si può accontentare di reazioni estemporanee, basate su analisi effimere, twittate e ritwittate, superficiali e spesso fuorvianti (vedi le fake news).

Per essere “attrezzati intellettualmente”, il circolo 02PD ha istituito, su impulso del segretario Francesco Ascioti, un dipartimento culturale, coordinato da Paolo Bonanomi (pagina Facebook: www.facebook.com/02Parliamone mail cultura02pd@gmail.com) e, più di recente, si è dotato di un “gruppo di lettura” per leggere e discutere testi e libri di interesse politico, culturale, storico e di attualità .

Dopo una prima riunione del 12 dicembre 2017, sono stati tenuti altri quattro incontri. In due di essi, il 16 e il 30 gennaio, si sono analizzati e discussi il libro di Piero Fassino “Pd davvero” e quello di Sergio Fabbrini “Sdoppiamento. Una prospettiva nuova per l’Europa”. Negli altri due incontri, e in particolare nell’ultimo del 13 marzo, si è cercato di definire meglio il target e il programma di attività del gruppo.

Rosanna De Ponti ne ha steso un verbale di cui riassumo i punti salienti:

1 – Gli incontri si tengono ogni due martedì, nella sede di via Eustachi, dalle 17,30 alle 19,00

2 – Nel prossimo incontro del 27 marzo il testo in discussione sarà “Rivoluzione” di Emmanuel Macron, edizione “La Nave di Teseo”

3 – Nei tre incontri successivi, i testi in discussione costituiranno una sorta di ciclo “tematico” relativo a Disuguaglianze – Rivoluzione informatica e perdita di posti di lavoro- Africa e immigrazione. Per il primo incontro di martedì 10 aprile il testo in discussione sarà, su proposta di Faustina Randazzo: La grande frattura, di Joseph E. Stiglitz, Ed. Einaudi . Verranno a breve comunicati i tioli dei testi da discutere negli incontri successivi.

4 – Un secondo ciclo di tre incontri sarà dedicato a riflessioni sulla storia contemporanea: Il fascismo – La resistenza e i primi decenni della Repubblica – La seconda (e terza) repubblica (testi da decidere).

5 – Si ipotizza e auspica anche la possibilità di incontri “estemporanei” su argomenti di attualità, con discussione non necessariamente di libri ma di articoli di giornale, eventi e fatti di rilevanza politica e culturale

L’auspicio è che il gruppo cresca, riesca ad attrarre molte persone, in particolare giovani. Nel caso la sede di via Eustachi si rivelasse troppo piccola e inadeguata, si sta pensando di tenere gli incontri in qualche libreria, in cui eventualmente, in futuro, invitare anche gli autori a presentare le loro opere.

L’auspicio è di fare di 02 un luogo di cultura aperto, di elaborazione di idee, di discussione.

Gli iscritti, i simpatizzanti e gli elettori del PD sono invitati a partecipare.

L’attuale nucleo costitutivo è composto da:

Francesco Ascioti, Paolo Bonanomi, Rosanna De Ponti, Caterina Garzoni, Gabriela Lanzara, Emanuele Macca, Andrea Marchini, Laura Naj, Emilia Peduzzi, Fausta Randazzo, Fulvio Randazzo, Giuseppe Scotti.

Date previste per i prossimi incontri:

27 marzo: Rivoluzione di Macron

10 Aprile: La grande frattura – Stiglitz

24 aprile: seconda lettura del ciclo disuguaglianze

8 maggio: terza lettura del ciclo

22/5, 5/6, 19/6: letture ciclo storia del novecento

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...