Gori incontra Clusone e Valdidentro

La nostra avventura è iniziata a 1345 metri sopra il livello del mare. Il 12 Dicembre 200 persone hanno sfidato le strade ghiacciate e ci hanno raggiunto ad Isolaccia per incontrare il candidato alla presidenza della regione Giorgio Gori. L’accoglienza più che calorosa ha totalmente ricompensato la scelta, per nulla scontata, di tornare ad ascoltare le esigenze dei territori lontani dai grandi centri urbani. Tra mille imprevisti, spaziando dalla gag comica alla tragedia, abbiamo avuto l’occasione di incontrare cittadini, imprenditori e amministratori locali dell’Alta Valle che ci hanno mostrato le bellezze e i problemi del loro territorio. Non potevamo scegliere inizio migliore per il nostro progetto “Gori 100 tappe”. Nonostante l’accesso negato al presidio ospedaliero di Sondalo, il candidato ha speso molte parole sul bisogno di rivedere la proposta sanitaria in Lombardia. Inoltre non ha perso occasione di sottolineare quanto l’agricoltura sia una grande risorsa per le comunità montane, capaci di competere a livello internazionale con i loro prodotti di qualità. Sappiamo bene che Regione Lombardia è un modello efficiente e performante, ma si può (anzi si deve) fare meglio. Guardando oltre il pirellone abbiamo incontrato comunità cariche di potenziale e desiderose di essere coinvolte. Il centro sinistra, più volte sconfitto soprattutto nelle province, ha questa volta la possibilità di ascoltare anche le realtà più remote, per far dialogare armonicamente i grandi centri e le periferie.

Poco dopo siamo partiti alla volta di Clusone (Bg) dove il 17 Dicembre più di 200 persone hanno riempito l’auditorium delle scuole primarie. Dopo una breve introduzione del consigliere regionale Jacopo Scandella, hanno preso parola sei rappresentanti della realtà locale. Tra imprenditori, agricoltori e volontari nel sociale si è parlato dell’importanza di investire nell’istruzione, della necessità di una burocrazia più snella e di una maggiore tutela dell’ambiente. Anche qui abbiamo avuto il piacere di toccare con mano le esigenze dei cittadini dell’Alta Val Seriana, convinti di poter fare meglio.

Questi primi piacevoli scambi, che incarnano alla perfezione lo spirito del nostro progetto “Gori100tappe”, ci caricano di grandi speranze per la prossima tappa a Casalmaggiore (Cr).

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...